Possono i cannabinoidi trattare i problemi gastrointestinali?

La malattia di Crohn:
La malattia di Crohn è una condizione infiammatoria cronica del tratto gastrointestinale. Qualsiasi parte dell’intestino può essere interessata. Dolori addominali, diarrea, perdita di peso, affaticamento e anemia sono tutti sintomi associati. La causa esatta purtroppo è sconosciuta, ma sembra derivare da una reazione anormale del sistema immunitario. Il sistema immunitario sembra attaccare erroneamente batteri, sostanze nutritive e alimenti. L’aumento dei globuli bianchi si accumula nell’intestino causando infiammazione.
Il CBD è noto per la sua capacità di ridurre l’infiammazione in tutto il corpo sopprimendo una risposta immunitaria iperattiva. Questo vale anche per qualsiasi infiammazione in tutto il tratto gastrointestinale. La capacità del cannabidiolo di agire come un immunosoppressore può impedire al sistema immunitario di attaccare sostanze benefiche e batteri, il che impedirebbe l’accumulo di globuli bianchi.

Colite:
La colite è l’infiammazione del rivestimento interno del colon. Diarrea, crampi e dolore addominale, affaticamento, gonfiore articolare e infiammazione sono sintomi comuni. Ci sono diverse cause tra cui infezioni, reazioni allergiche o malattie infiammatorie dell’intestino come la malattia di Crohn.
Il cannabidiolo funziona con il sistema immunitario per prevenire il rilascio di istamine in risposta agli allergeni, riducendo in tal modo o prevenendo i sintomi di allergia. Come accennato in precedenza, il CBD può ridurre l’infiammazione nel sistema digestivo, che include il colon.

Sindrome dell’intestino irritabile (IBS):
L’IBS è un disturbo che colpisce l’intestino crasso. I sintomi includono crampi, dolore addominale, gonfiore, gas e diarrea o costipazione (o entrambi). Simile a quello di Crohn, non esiste una risposta definitiva su ciò che causa IBS. Le contrazioni muscolari anormali nel tratto digestivo, le anormalità del sistema nervoso, l’infiammazione nell’intestino, l’infezione grave e il cambiamento dei batteri intestinali possono essere coinvolti.
Il CBD è usato nel trattamento dello spasmo muscolare, in quanto può controllare le contrazioni muscolari anormali. 
Ricordiamo sempre che la cannabis terapeutica è un farmaco che va assunto sotto stretto controllo medico e di rivolgersi sempre a personale esperto.

CONDIVIDI:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su