CBD per le allergie?

Gli antistaminici sono farmaci usati per trattare la rinite allergica e altri tipi di allergie. Le persone che soffrono di congestione, naso che cola, starnuti e prurito nasale spesso si ritrovano a cercare un antistaminico per avere sollievo. Altre reazioni allergiche come prurito, eruzioni cutanee, orticaria e prurito, prurito agli occhi sono trattate in modo efficace. Un antistaminico può essere acquistato al banco o attraverso una prescrizione.
Come la maggior parte dei trattamenti sul mercato, gli antistaminici hanno però effetti collaterali. Secondo alcuni studi il cannabidiolo potrebbe essere usato come trattamento per le allergie.
Il CBC è un cannabinoide che offre un modo per alleviare le allergie e i loro sintomi. Utilizzato in dosi terapeutiche, non ci sono reazioni negative al CBD.
Il CBD funziona con un sistema fisiologico nel corpo chiamato sistema endocannabinoide (ECS). L’ECS lavora per creare e mantenere l’equilibrio interno all’interno del corpo. L’ECS utilizza i cannabinoidi per alimentare se stesso, legandoli ai suoi due recettori: CB-1 e CB-2. Il CBD è molto efficace poiché si lega a entrambi i recettori a differenza di altri cannabinoidi.
In che modo la CBD tratta i sintomi allergici?
Il CBD lavora con CB-2 nell’ECS per supportare il sistema immunitario. È stato dimostrato che il cannabidiolo impedisce ai mastociti di rilasciare istamine. Le istamine sono rilasciate da reazioni allergiche e infiammatorie, causando sintomi allergici. Impedendo all’istamina di entrare nel corpo, il CBD può fermare i sintomi di allergia nelle loro tracce.
Il CBD è sia un potente anti-infiammatorio che anti-microbico. Nell’aspetto dei sintomi nasali, le proprietà antinfiammatorie sono fondamentali. Attraverso vie sinusali destate dalla rinite allergica, si aprono vie sinusali. Il corpo è in grado di espellere il muco, alleviando la congestione e la pressione. Anche le reazioni cutanee allergiche sono lenite riducendo l’infiammazione. L’aspetto antimicrobico può aiutare la pelle a guarire se stessa più velocemente dopo una risposta allergica.
Esistono diversi metodi per utilizzare il CBD. Per le allergie cutanee, le applicazioni topiche possono essere utilizzate per fornire sollievo immediato a sintomi come orticaria ed eruzioni cutanee. Una crema o un balsamo vengono semplicemente strofinati sul sito di irritazione. Ingerendo il CBD, il corpo viene fornito con i cannabinoidi necessari per bilanciare una reazione allergica o impedire che ciò accada. Modi efficaci e comuni sono usare gli olii per via sublinguale (sotto la lingua) o ingerire le capsule. 
Ricordiamo sempre che la cannabis terapeutica è un farmaco che va assunto sotto stretto controllo medico e di rivolgersi sempre a personale esperto.

Clicca QUI per ordinare Olio CBD 5% all’olio di canapa

CONDIVIDI:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su